GEL FLUIDO AL DRAGONCELLO CON GELATINA DI PRUGNE SANGUE DI DRAGO E LONGAN

 

Dessert Yinglong: post numero 666 del blog, un Drago è una bestia.

 

Dessert dragoncello, prugne sangue di drago, longan

Dosi per circa 10 porzioni.

 


 

RICETTA

GEL FLUIDO AL DRAGONCELLO

 

350 g acqua
50 g zucchero
5 g agar agar in polvere
1 g sale
20 g foglie fresche di dragoncello

 

Prendete un pentolino, versate l'acqua e cominciate a scaldare su fiamma media. A parte mescolate lo zucchero, l'agar agar in polvere ed il sale. Quando l'acqua diventa tiepida aggiungete le polveri e mescolate con una forchetta per farle sciogliere, in modo da evitare la formazione di grumi. Portate ad ebollizione, quindi fate sobbollire a fiamma minima per 2-3 minuti. Versate il composto bollente in una caraffina, aggiungete subito le foglie fresche di dragoncello, quindi frullate con un mixer ad immersione fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Lasciate raffreddare e gelificare.
Una volta freddo e gelificato, preparate il gel fluido al dragoncello. Ci sono due modi per farlo. Il migliore è versare il composto gelificato in un frullatore, quindi azionarlo a velocità massima fino ad ottenere appunto un gel fluido. Il secondo modo è prendere un mixer ad immersione e frullare il composto nella ciotola.
Versate il gel fluido al dragoncello in un sac-a-poche usa e getta con bocchetta tonda diametro 10 mm. Conservatelo in frigorifero, dura 3-4 giorni.

 


 

RICETTA

GELATINA ALLE PRUGNE SANGUE DI DRAGO

 

250 g confettura di prugne sangue di drago
6 g gelatina

 

Prendete la confettura di prugne sangue di drago e versatela in una ciotola. Scaldatela al microonde fino a circa 50°, quindi aggiungete la gelatina (ammollata e strizzata) e mescolate per farla sciogliere.
Versate la gelatina alle prugne sangue di drago in un anello per torte diametro 20 cm, rivestito internamente dalla striscia di acetato e chiuso da pellicola trasparente per alimenti (vedete la sezione sugli inserimenti liquidi nella pagina dedicata alle spiegazioni sulle torte moderne (versione #2)).
Riponete in frigorifero e fate gelificare. Quando la gelatina è gelificata tagliatela a forma di piccole gocce usando gli appositi coppapasta. Conservate le gocce di gelatina in frigorifero, durano almeno due settimane.

 


 

RICETTA

LONGAN

 

200 g longan sciroppati

 

Prendete gli occhi di drago (significato originario cinese di longan) e scolateli dallo sciroppo. Li trovate in lattina in quasi tutti i negozi etnici asiatici.
Prendete 5 longan, tagliateli a metà e teneteli da parte. Queste 10 metà formeranno poi la testa del drago.
Tagliate i rimanenti longan a forma di piccole gocce usando gli appositi coppapasta.
Conservate i longan in frigorifero, durano 2-3 giorni.

 


 

DECORAZIONI

 

20 nr foglie fresche di dragoncello
10 nr semi di sesamo nero
q.b. confettura di prugne sangue di drago

 

L'ideale sarebbe staccare le foglie fresche di dragoncello direttamente dalla pianta al momento del servizio. Altrimenti le potete conservare in frigorifero per circa una settimana, basta usare questa accortezza: prendete una ciotolina, rivestitela con un po' di carta cucina umida, appoggiate le foglie fresche di dragoncello sulla carta umida, prendete un altro po' di carta cucina umida ed appoggiatela sulle foglie. Ogni sera aprite il frigorifero e controllate che la carta cucina sia ancora umida, se si è asciugata bagnatela.
I semi di sesamo nero si conservano a temperatura ambiente senza problemi.
La confettura di prugne sangue di drago si conserva in frigorifero senza problemi.

 


 

IMPIATTAMENTO

 

Al momento del servizio prendete il sac-a-poche col gel fluido al dragoncello, formate un drago stilizzato sul piatto.
Prendete un mezzo longan ed appoggiatelo ad una estremità del corpo del drago, questa è la testa del drago.
Prendete le gocce di gelatina alle prugne sangue di drago ed appoggiatene un po' sotto al drago.
Prendete le gocce di longan ed appoggiatene un po' sotto al drago.
Prendete due foglie fresche di dragoncello ed appoggiatele sopra la testa del drago, queste sono le corna del drago.
Prendete un seme di sesamo nero ed appoggiatelo sul mezzo longan, questo è l'occhio del drago.
Prendete la confettura di prugne sangue di drago e formate del fuoco che esce dalla bocca del drago.
Servite subito.

 


 

CONSIDERAZIONI

 

Questo è il dessert del Drago della Pioggia.
Il blog si chiude qui.

 

 

12 Responses to “Dessert dragoncello, prugne sangue di drago, longan”

  1. Andrea F

    Spero che sia uno scherzo la chiusura del blog. Certo, sarebbe una fine coreografica

  2. teonzo

    Nessuno scherzo, chiusura programmata da tempo.

     

    Teo

     

  3. Andrea F

    Cavolo, mi spiace, è uno dei miei blog preferiti, ma immagino che richieda molto tempo starci dietro. Mi copierò un po' di ricette finché il blog resterà online.

    Ti saluto con una citazione molto (troppo) utilizzata: Addio e grazie per tutto il pesce, magari visto che sei un pasticcere di marzapane (in Puglia sotto Natale realizzano dei pesci di pasta di mandorla ripieni di cotognata, corrispettivo degli agnellini pasquali)

  4. teonzo

    Tranquillo, il sito lo tengo online.

     

    Teo

     

  5. Paolo

    Accidenti Teo, che dispiacere enorme.

    Sei rimasto, tra tutti i miei bookmarks, l'unico sito senza marchette, con idee sempre innovative, senza uso di ingredienti "sponsorizzati" e con una precisione eccezionale.

    Mi dispiace davvero perderti.

    In ogni caso un abbraccio, in bocca al lupo e spero di "rivederti" presto.

    Con stima e affetto sinceri,

    Paolo Puppo.

  6. teonzo

    Grazie per le belle parole, Paolo!

     

    Teo

     

  7. Max

    Dispiace anche a me per gli stessi motivi elencati da Paolo. Questo era l'unico blog di cucina che seguivo molto volentieri. Peccato. Posso solo ringraziarti per tutte le bellissime ricette che ci hai regalato. Un saluto !!

  8. teonzo

    ciao Max, grazie anche a te!

     

    Teo

     

  9. maria fiusco

    Capisco che renderci partecipi, e del tutto gratuitamente, delle tue ricette,richieda dei sacrifici e tempo, ma quello che dai a noi è molto, e forse non ti abbiamo ringraziato quanto meriteresti. Le tue ricette, a volte un pò particolari, ma che davano spunti nuovi e motivo di sperimentare nuovi gusti, mi mancherannno e credo di poter parlare per tutti. Grazie Teo per averci passato il tuo lavoro, i tuoi esperimenti ed i tuoi consigli. Se posso, vorrei chiederti ( lo hai già scritto) di non chiudere il tuo sito, se nel tempo avremmo bisogno di una spiegazione, so che possiamo venire a cercare da te! Mi auguro che un giorno, venendo a rivedere questo sito, possa vederlo riaperto, comunque ti rinnovo il mio grazie e ti auguro un futuro lavorativo che ti gratifichi, e che magari ti "riporti" a noi sotto altre forme. Maria.

     

  10. teonzo

    ciao Maria, grazie delle belle parole!

    Il sito resterà aperto e consultabile.

    Smetto di aggiornarlo per questi motivi:

    – sono stanco di stare al PC;

    – devo risolvere dei problemi di salute;

    – non si vive di sola aria.

     

    Teo

     

  11. maria fiusco

    Tutti i miei migliori auguri, per tutto. Maria.

     

     

  12. Simone

    Un vero dispiacere la chiusura di questo blog molto genuino e interessante. In bocca al lupo di cuore per i problemi di salute e arrivederci.

Leave a Reply

Copyright © TEONZO – blog di pasticceria. All rights reserved.