Sorbetto al gianduia

15 Luglio 2014

 

SORBETTO AL GIANDUIA

 

Mi ero dimenticato di congelare la ciotolina prima di fare la foto.

 

Sorbetto al gianduia

 


 

RICETTA

SORBETTO AL GIANDUIA

 

85 g nocciole
 
310 g acqua
100 g zucchero
5 g cacao in polvere
2 g stabilizzante
1 g sale

 

Prima di tutto vi consiglio di leggere la pagina sulle spiegazioni generali per realizzare gelati e sorbetti.

Tostate le nocciole in forno a 150° per circa 10 minuti, quindi fatele raffreddare. Ovviamente se avete nocciole già tostate evitate di ripetere la tostatura.

Se usate lo stabilizzante: versate l'acqua in un pentolino, scaldate fino a 40°, nel frattempo mescolate zucchero, cacao in polvere, stabilizzante (fate attenzione che lo stabilizzante non abbia grumi, nel caso setacciatelo) e sale, quindi versateli sull'acqua. Portate ad ebollizione quindi spegnete il fuoco. Per questa ricetta consiglio vivamente di usare lo stabilizzante (va bene anche la semplice farina di semi di carrube), sarà utile poi per ottenere una corretta emulsione.

Se non usate lo stabilizzante: versate acqua, zucchero, cacao in polvere e sale in un pentolino, portate ad ebollizione quindi spegnete il fuoco.

Versate le nocciole tostate nel bicchiere di un frullatore. Versate lo sciroppo bollente nel bicchiere, è importante che sia molto caldo e non freddo per ottenere un miglior risultato. Chiudete il bicchiere del frullatore con il coperchio, quindi azionate a velocità massima e continuate a frullare fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Lo scopo sarebbe non avere granuli all'interno del composto, coi frullatori casalinghi è quasi impossibile riuscirci. L'importante è cercare di avvicinarsi, quindi non abbiate paura a far andare il frullatore per una decina di minuti.
Versate il composto in una ciotola e coprite con pellicola trasparente a contatto sulla superficie. Fate raffreddare in bagno-maria di acqua e ghiaccio se necessario, quindi riponete la ciotola in frigorifero a maturare per 8-12 ore circa. Questo periodo di maturazione non è obbligatorio, ma è consigliato per ottenere un risultato migliore.
Dopo la maturazione date un'altra emulsionata al composto: prendete un mixer ad immersione e frullate fino ad ottenere un composto bello liscio alla vista. Versate il composto nella gelatiera e preparate il sorbetto seguendo le istruzioni della macchina che state usando.

 


 

DEGUSTAZIONE

 

Gelati e sorbetti vanno degustati molto freddi, ovviamente. L'ideale sarebbe consumarli appena escono dalla gelatiera, in quel momento rendono al massimo.

Abbinamenti consigliati da teonzo:
Birra Porter
Tè Assam
Caffè shakerato

 

 

Leave a Reply

Copyright © TEONZO – blog di pasticceria. All rights reserved.