So Good.. #11

13 Maggio 2014

 

SO GOOD.. #11

 

Visto che ho comprato assieme il #10 ed il #11, ne parlo anche assieme.

 

So Good.. #11

 

Titolo: So Good..
Numero: 11
Editore: grupoVilbo
ISSN: 2013-2034
Lingua: inglese
Pagine: 308
Data: gennaio 2014
Altezza: 29.8 cm
Larghezza: 23 cm
Spessore: 2.1 cm

 

Questo numero abbandona la formula di apertura del classico rivisitato da 4 grandi nomi. Il primo servizio ha come protagonisti 2 grandissimi: Oriol Balaguer ed Albert Adrià, ossia i due responsabili di aver effettuato la grande rivoluzione dei dessert al piatto presso elBulli. Qui propongono vari spunti di riflessione, poi due loro dessert storici di fine anni '90. Degna di menzione la notizia che l'anno prossimo Balaguer pubblicherà il suo secondo libro, passando dalla Montagud a grupoVilbo. Già messo negli acquisti prioritari!
Come al solito c'è una bella sfilza di dessert al piatto di valore. Si comincia col ritorno di Emmanuel Ryon (fotografato in versione George Clooney), ora diventato responsabile della pasticceria del gruppo della Maison Pic; i dessert proposti sono ipertecnici e stupendi (vedete quello in copertina), l'unica cosa che non mi piace è che usa dappertutto vaniglia affumicata. Josean Alija ci delizia con dessert leggeri e minimalisti dove valorizza la frutta, mi sono piaciuti un sacco! Sono contento che venga dato spazio anche a Luca Lacalamita, un po' meno del fatto che le ricette proposte sono le stesse viste su The New Pâtissiers (e che poi rivedremo anche in un numero di Pasticceria Internazionale); d'accordo che sono ottime cose, ma a livello promozionale sarebbe meglio variare, non si può proporre in eterno la finta pesca alle rape. Martin Benn ha una visione proveniente dal salato e per questo meritevole, le "pietre giapponesi" sono un dessert fantastico!
C'è una buona carrellata di pasticcieri americani. John Kraus si è messo in proprio dopo anni come insegnante, i suoi dessert sono totalmente moderni come tecnica ed estetica, ma resta volutamente ancorato agli abbinamenti classici. Nathaniel Reid ha un'impostazione simile: forti legami con i classici, ma rivisti in ottica attuale. Michael Laiskonis parla della sua nuova esperienza come insegnante e consulente, grazie a cui è tornato a studiare a fondo le basi di questo lavoro. Jong Hun Won lavora a New York e crea dolci di ispirazione coreana, interessanti i sapori proposti, un po' meno il resto.
Va segnalato il ritorno delle due terribili australiane: Anna Polyviou e Kirsten Tibbals, come al solito con dolci molto curati e di effetto.
Anche questo numero di So Good.. si rivela essere una gran bella rivista, piena di contenuti di alto livello. Se vi interessano le ultime tendenze a livello professionale allora è un acquisto obbligato. Costa poco (relativamente parlando) ed è al livello di un qualsiasi libro (con la differenza che qui ci sono le pagine pubblicitarie).
Se vi interessa è possibile comprarla direttamente dal sito ufficiale. La rivista costa 25 euro più spese di spedizione, alte se comprate solo un numero. È disponibile anche qui in Italia presso Bibliotheca Culinaria, quindi probabilmente vi conviene prenderla da loro.

 

 

3 Responses to “So Good.. #11”

  1. Dobos

    Bella roba davvero! Sul sito del ristorante Sepia mi son visto tutta la preparazione delle "pietre giapponesi". Bellissimo (e zuccheratissimo).

  2. Eleonora

    caro Teo, chiedo consiglio a te che fai sempre recensioni critiche…

    tra pochi giorni sarà il mio compleanno. Sarei tentata di regalarmi un libro (un volume di Non solo Zucchero, oppure Patisserie di Felder, oppure l'ultimo sulle crostate di Fusto)…ma anche l'idea di un abbonamento ad una rivista non sarebbe male! un regalo dilazionato nell'anno!!!

    che mi consigli? stavo pensando a So good, o a Fou de patisserie, o a Le Journal du patissier. (ho capito dalle tue recensioni non c'è qualcosa di italiano equivalente…)

    grazie. Ciao!!!!

    e auguri di buone feste!!!!

  3. teonzo

    ciao Eleonora,

    se non hai ancora deciso allora ti consiglio di fare l’abbonamento a Fou de Patisserie, credo sia l’ideale per le tue esigenze.

     

    Teo

     

Leave a Reply

Copyright © TEONZO – blog di pasticceria. All rights reserved.