So Good.. #10

4 Maggio 2014

 

SO GOOD.. #10

 

Alla fine mi sono ricordato di comprare il secondo numero di So Good.. dell'anno scorso.

 

So Good.. #10

 

Titolo: So Good..
Numero: 10
Editore: grupoVilbo
ISSN: 2013-2034
Lingua: inglese
Pagine: 284
Data: luglio 2013
Altezza: 29.8 cm
Larghezza: 23 cm
Spessore: 2 cm

 

Anche questa volta So Good.. propone una bella carrellata di volti noti, ma almeno la maggioranza non erano ancora apparsi su questa rivista. L'impostazione è sempre la solita, ossia ogni servizio dedicato un professionista viene aperto da una descrizione o intervista, poi seguono da 1 a 4 ricette di stile molto moderno. Continua l'iniziativa cominciata nel numero precedente, ossia proporre la reinterpretazione di un grande classico da parte di 4 professionisti diversi. Questa volta tocca al crème caramel. L'unica proposta che mi è veramente piaciuta è quella di Joseph Baker, ossia un consommè che rimane fedele nei gusti originali del dolce, solo proposti con consistenze differenti.
Estrarre qualche nome di spicco dal gruppo è dura, sono veramente tanti. Ci provo. Philippe Vancayseele ci delizia con della pralineria altamente tecnica, vi basta vedere quella in copertina per prendere paura! Frank Haasnoot è un altro che ci sa fare col cioccolato, dopo aver vinto i mondiali non si è più fermato e dimostra capacità tecniche ed ambizione nettamente sopra la media, c'è da stare sicuri che nei prossimi anni si farà sentire in continuazione. Jérôme de Oliveira ha vinto la Coppa del Mondo di Lione dopo essere stato allenato da Michalak, si è messo in proprio da un paio di anni a Cannes, fa sempre cose di alto livello ma secondo me deve ancora trovare una propria strada, le influenze del suo maestro sono ancora troppo evidenti.
Per quanto riguarda i dessert al piatto, Bobby Schaffer ci dà degli assaggi di cosa propone presso il Grace di Chicago, piatti molto moderni nell'estetica e nelle tecniche, con abbinamenti inusuali (ad esempio rabarbaro, Chartreuse, brioche tostata, melissa). Anche Christian Hümbs pesta duro sulla modernità, molto bello il suo dessert Tomato BBQ, una rielaborazione di salsa barbeque e pomodoro. Antonio Bachour ci mostra un paio dei suoi soliti piatti coloratissimi e tecnicissimi, con largo uso di fiori eduli; prima o poi devo decidermi a comprare il suo libro uscito pochi mesi fa!
A livello geometrico ci sono due curiosità. Gabriele Riva propone un dessert il cui impiattamento a spirale è stato studiato al CAD. Olivier Fernández invece si è costruito degli stampi personalizzati per cuocere gli eclair, in modo da ottenere una forma definita e precisa per ogni pezzo. Entrambi mi hanno lasciato dubbioso, mi sembrano cose troppo esagerate.
Il giudizio è sempre il solito: una grande rivista (in tutti i sensi) che presenta un sacco di dessert di altissimo livello e corredati da foto altrettanto belle. Dimensioni e qualità sono quelle di un libro, con la differenza che qui ci saranno una cinquantina di pagine di pubblicità. Il prezzo però è molto competitivo se pensiamo ai contenuti.
Se vi interessa è possibile comprarla direttamente dal sito ufficiale. La rivista costa 25 euro più spese di spedizione, alte se comprate solo un numero. È disponibile anche qui in Italia presso Bibliotheca Culinaria, quindi probabilmente vi conviene prenderla da loro.

 

 

2 Responses to “So Good.. #10”

  1. Joseph Baker

    Grazie per la menzione. E 'sempre divertente fare queste riviste.

  2. teonzo

    Thanks for your comment, I’m honored!

     

    Teo

     

Leave a Reply

Copyright © TEONZO – blog di pasticceria. All rights reserved.