TORREBLANCA PACO, TORREBLANCA 2

 

Il secondo libro di Torreblanca è amato ed odiato per motivi diversi.

 

Torreblanca Paco, Torreblanca 2

 

Autore: Torreblanca Paco
Titolo: Torreblanca 2
Editore: Grupo Vilbo
ISBN: 9788492244355
Lingua: spagnolo, inglese
Pagine: 308 + 64
Data: 2006
Altezza: 26.8 cm
Larghezza: 25 cm
Spessore: 5.6 cm

 

Ho già parlato di Paco Torreblanca nel post riguardate il suo primo libro ed in altri post riguardanti libri o riviste dove compariva con sue ricette. Il successo internazionale del primo volume ha spinto il Grupo Vilbo a produrne un altro, con risultati un po' controversi.
A dir la verità questa edizione è composta da due volumi: un libro principale con copertina rigida (con foto e testi) più un quaderno ad anelli con pagine resistenti all'umidità e allo sporco (contiene le ricette, pensato da usare nelle cucine). Appena si prende in mano il volume principale si viene colpiti dalla frase nell'ultima di copertina: "con la testa verso le stelle ed i piedi per terra", citata con qualche piccolo cambiamento da molti pasticcieri italiani. Una frase molto bella e sensata, che si adatta perfettamente al lavoro dei pasticcieri moderni.
A differenza del primo libro qui troviamo proposte tendenti all'avanguardia, ossia appartenenti al movimento di ricerca spagnolo che ha cambiato il mondo della gastronomia da metà anni '90, di cui Paco Torreblanca fa parte pienamente ed è uno dei maggiori sostenitori della filosofia di aiuto e scambio reciproco. Sfogliandolo si nota una sorta di compendio delle proposte innovative uscite da quel movimento: snack realizzati con tecniche molto diverse, per non dire "visionarie"; meringhe e simili a bassissimo tenore di zucchero (ad esempio il croccante di latte); sferificazione; pralineria salata; utilizzi svariati dei vari tipi di zuccheri (ad esempio la carta di isomalto); dessert al piatto che combinano quelle tecniche e realizzati con abbinamenti creativi; masse montate da forno. Alla fine c'è anche una sezione didattica che tratta ingredienti e tecniche. Guardando le foto, leggendo gli abbinamenti usati e spulciando tutte le idee si può solo rimanere a bocca aperta: è un lavoro che dimostra il grandissimo talento di Torreblanca e la sua capacità di essere all'avanguardia nonostante l'età ormai non più verde. Insomma, la "testa verso le stelle" ce l'ha di sicuro.
Il secondo volume (quello a prova di cucina) contiene le copie dei testi delle ricette presenti nel primo, l'hanno realizzato solo per (presunta) utilità pratica, ossia da mulo da tenere in cucina mentre si tiene in ufficio il primo volume. Passiamo quindi a prendere in esame le ricette vere e proprie. Qui scattano le reazioni controverse da parte mia e di tutti i colleghi che conosco ed hanno comprato questo libro: le ricette non sono affidabili. Io ho provato a rifarne 2, in particolare una l'ho provata per ben 5 volte, ottenendo sempre miseri fallimenti. Ho chiesto in giro per curiosità e le risposte sono state unanimi: tutti i conoscenti che hanno provato a rifare ricette da questo libro hanno ottenuto un disastro. Per onor di cronaca va detto che si parla di una ventina di ricette provate, non tutte, ma è un campione rappresentativo. I "piedi per terra" non sembra lo siano proprio rimasti.
Dare un giudizio finale a questo libro è cosa ostica e dipende principalmente dal modo di pensare di ognuno. Come ho ripetuto spesso nel blog, secondo me i libri dei grandi professionisti servono per rimanere aggiornati su cosa succede nel mondo, servono per aumentare la cultura e non per copiare. È raro che mi capiti la voglia di rifare una ricetta di un libro, quindi se sono sballate non lo considero un difetto pesante, è un difetto che mi tocca marginalmente. Però ci sono molte persone che pretendono (ed hanno le loro sante ragioni) che le ricette dei libri di cucina debbano essere affidabili e ripetibili, la mancanza di queste qualità per loro rende deprecabile un libro. Il giudizio sta quindi a voi. Personalmente adoro sfogliare questo libro (il primo volume) e vedere le idee fantastiche di Torreblanca. Se oltre a guardarlo vi prende la voglia di rifare qualcosa allora preparatevi a tante delusioni (o meglio ancora non provateci nemmeno). Se avete una visuale simile alla mia allora è un libro più che meritevole di acquisto. Se invece volete un ricettario di avanguardia pasticciera allora è meglio se vi dirigete verso altri lidi (ad esempio i libri di Francisco Migoya).
Nel caso siate interessati lo potete comprare direttamente da Grupo Vilbo per 55 euro.

 

 

2 Responses to “Torreblanca Paco, Torreblanca 2

  1. Eleonora

    leggo con interesse questo post,poiché possiedo un libro di Torreblanca, “la cocina dulce”.
    un libro di ricette,adatto a chi non è pasticcere di professione ma si diletta a casa nei weekend.
    ero curiosa di leggere qualche parere su Torreblanca,non essendo esperta di pasticceria.
    dal mio libro ho fatto due dolci,sue rivisitazioni di due classici:sacher e tiramisù.entrambi venuti bene.
    ma questo è il parere di una profana e principiante!

    se volessi buttarmi su un altro acquisto,da cui rifare ricette,meglio il suo primo libro che hai recensito?
    o nemmeno quello?

    grazie! ciao. Eleonora

  2. teonzo

    Il suo primo libro ha i meriti di esistere in versione italiana ed avere ricette affidabili. Il problema è che è molto avanzato, è destinato ai professionisti (per intenderci le ricette sono molto più difficili di quelle che metto in questo blog).

     

    Teo

     

Leave a Reply

Copyright © TEONZO – blog di pasticceria. All rights reserved.