PASTICCERIA INTERNAZIONALE #253

 

Il numero di febbraio propone addirittura una copertina in 3D.

 

Pasticceria Internazionale #253

 

Titolo: Pasticceria Internazionale
Numero: 253
Editore: Chiriotti Editori
ISSN: 03924718
Lingua: italiano
Pagine: 146
Data: febbraio 2013
Altezza: 29 cm
Larghezza: 22 cm
Spessore: 0.8 cm

 

Questo numero di Pasticceria Internazionale ha meno pagine dei precedenti ma più contenuti interessanti. Tralascio l'aspetto della copertina in 3D (visibile con gli occhialini allegati), sono cose che personalmente mi lasciano freddo.
Il primo servizio ci propone un'intervista a Mickael Besse, un pasticciere francese dedicatosi alle consulenze internazionali. L'intervista è interessante, perché spiega varie cose di quel mondo riservato a pochi. Però non mi hanno convinto né la risposta alla domanda su quali elementi indiani abbia inserito nel suo stile (peperoncino e vaniglia… un po' banali!), né la ricetta presentata (sa tutto di già visto).
Molto bello l'articolo su Dolci Libertà, un'attività di formazione per i detenuti del carcere di Busto Arsizio. Dopo I Dolci di Giotto fa piacere vedere che stanno nascendo altri progetti analoghi: alla fine la pasticceria è un ottimo modo per far calmare i bollenti spiriti ed aiutarli a reinserirsi.
Dopo i classici servizi sui dolci pasquali arriva l'intervista a Christine Ferber, autrice di quella che è la bibbia delle confetture e considerata la maggior esperta al mondo sull'argomento. Un altro articolo molto bello è quello su La Fabbrica dei Sogni, un'azienda specializzata in torte artistiche: non sono mai stato un grande fan di queste torte, ma devo dire che loro mi hanno stupito!
In complesso questo numero mi è piaciuto più dei precedenti. Continuano a mancare articoli veramente interessanti dal punto di vista tecnico, ma almeno c'erano molte cose che tenevano viva l'attenzione.
Se vi interessa questa rivista è possibile abbonarsi tramite il sito ufficiale.

 

 

Leave a Reply

Copyright © TEONZO – blog di pasticceria. All rights reserved.