Ossa da mordere

2 marzo 2013

 

OSSA DA MORDERE

 

Da bambino questi erano tra i miei dolci preferiti, mi chiedevo quanto fossero diffili da fare… da grande ho trovato la ricetta e mi sono reso conto che sono di una semplicità totale.

 

Ossa da mordere

 


 

RICETTA

OSSA DA MORDERE

 

300 g zucchero a velo
30 g cacao in polvere
80 g albumi
300 g nocciole

 

Versate zucchero a velo, cacao in polvere ed albumi nella ciotola della planetaria, quindi mescolate con la foglia (la foglia è uno dei 3 utensili delle planetarie, gli altri due sono la frusta ed il gancio, quindi se non sapete qual è andate per esclusione) a velocità medio-bassa, fino ad ottenere un impasto omogeneo e piuttosto sostenuto. Se non avete la planetaria allora mescolate gli ingredienti in una ciotola capiente, per mescolarli usate un utensile bello resistente (un cucchiaio di legno va bene, evitate le spatole in silicone che sono troppo morbide).
Aggiungete le nocciole all'impasto e mescolate per amalgamare. Se usate la planetaria mescolate a velocità minima (sottolineo minima) per evitare di rovinare la macchina. Se mescolate a mano allora armatevi di olio di gomito.
Versate l'impasto su un foglio di carta da forno. Stendetelo con un mattarello fino allo spessore di circa 7-8 mm. L'impasto, pur essendo bello sostenuto, tenderà ad attaccarsi al mattarello, per evitare ciò spolveratelo di tanto in tanto con dello zucchero a velo.
Fate riposare l'impasto a temperatura ambiente per circa 12 ore, in modo che cominci ad indurirsi e perdere umidità. La superficie deve essere secca al tatto, ma l'impasto non deve seccarsi totalmente, altrimenti poi i biscotti non usciranno correttamente.
Dopo le 12 ore di riposo prendete l'impasto (sarà ancora attaccato alla carta forno) ed appoggiatelo su un vassoio (la carta forno va verso il basso, appoggiata sul vassoio). Prendete un altro foglio di carta forno ed appoggiatelo sulla superficie dell'impasto. Prendete un altro vassoio ed appoggiatelo sulla carta forno superiore. Quindi prendete in mano i due vassoi, tenendoli ben stretti in modo che l'impasto non si muova (se si muove tende a rompersi), quindi girate il tutto sottosopra. Spostate il vassoio superiore da qualche parte, quindi staccate con cura il foglio di carta forno (che è quello su cui aveva riposato l'impasto); se la superficie è ancora attaccaticcia allora spolveratela di zucchero a velo. Ripetete l'operazione di ribaltamento ancora una volta, in modo da tornare col lato secco dell'impasto verso l'alto.
Prendete un coltello con lama lunga e tagliate l'impasto, formando dei quadratini di circa 2 cm di lato. Questa è la versione mini. Potete prepararli anche in versione media (2.5 cm) oppure grande (3 cm), nel qual caso stendete l'impasto ad uno spessore maggiore (circa 1 cm).
Prendete dei fogli di carta forno (della grandezza della placca del vostro forno) ed appoggiateli su dei vassoi. Prendete i quadratini di impasto e sistemateli sui fogli di carta forno, tenendoli distanziati (durante la cottura si formano i "bubboni" e serve spazio).
Cuocete in forno a 140° per circa 30-40 minuti (come sempre dipende dal vostro forno), ossia fino a quando sono completamente secchi e croccanti. Fateli raffreddare, quindi conservateli in una scatola di latta (durano un mese senza problemi).
 
Se sostituite i 30 g di cacao in polvere con 100 g di zucchero a velo potete ottenere la versione "bianca".
Analogamente potete sostituire le nocciole con altra frutta secca di vostra scelta.

 

 

2 Responses to “Ossa da mordere”

  1. elisabetta pendola

    devono essere buonissimi!

  2. lara

    lo sono!!! Lara

Leave a Reply

Copyright © TEONZO – blog di pasticceria. All rights reserved.