DOLCE IN PIAZZA – MAERNE (VE)

 

Su segnalazione di un lettore (che ringrazio) sono andato a provare questo nuovo locale aperto dall'ex pasticciere di Ceccato a Spinea.

 

Dolce in Piazza
piazza Ilaria Alpi, 2
Maerne (VE)
tel. 041 640106
http://www.dolceinpiazza.it/
(ho copiato il sito scritto sul biglietto da visita, ma al momento non è attivato)

 

Dolce in Piazza è una nuova pasticceria aperta a Maerne da praticamente un anno. Se non me l'avesse segnalata un lettore credo che molto difficilmente l'avrei conosciuta, sia perché passo raramente per Maerne centro, sia perché il locale è un minimo defilato. Trovarlo è facilissimo, si trova a pochi passi dalla chiesa del paese in una piazzetta pedonale e con vari parcheggi lì vicino. Se si sa che esiste è un posto molto comodo, se non si sa che esiste allora è quasi impossibile passarci davanti per caso (questa è una controindicazione per ogni esercizio pubblico).
Questa pasticceria è stata aperta da Gianni Roncato, ex pasticciere di Ceccato a Spinea. Ero quindi molto curioso, vista l'alta qualità del suo operato precedente. Entrando in questo locale si nota subito il collegamento col passato (chiaramente lo sapevo già, ma è evidente): torte, paste e mignon sono di stile quasi identico a quanto Roncato aveva creato nei suoi anni da Ceccato. La differenza sta nel fatto che c'è una scelta un pelo minore di paste e mignon secchi, maggiore di pralineria. Io ho provato un po' di paste, di mignon spumosi e di prodotti da colazione. Come qualità siamo ad alti livelli, ma un po' sotto a Ceccato (il continuo paragone è inevitabile). I mignon hanno una scelta molto varia sia come gusti che come strutture, restando però nell'ambito di sapori classici. Le paste sono poche ma fatte come si comanda. I prodotti da colazione vanno dall'ottimo (strudel e crostatine) al buono (i croissant). La pralineria la proverò prima o poi.
Devo però dire di aver trovato alcune sbavature sparse, sia a livello di gusto che estetico. Sui gusti devo criticare principalmente la mignon al pistacchio (fatta con una pasta al pistacchio non proprio ideale, diciamo che non era pistacchio puro), lo zabaione (si potrebbe usare un alcolico migliore) ed alcune realizzazioni "frettolose" (ad esempio due fiamme allo zabaione non erano state scavate bene e contenevano pochissima crema, sbilanciando il tutto). Dal lato estetico si nota che dietro c'è una signora mano (potete passare molti minuti ad ammirare su una televisione appesa nel locale uno slideshow di foto di varie torte speciali) ma alcune cose sono o semplificate o leggermente affrettate. Chiaramente si tratta di critiche figlie del paragone col locale precedente e fatte da un maniaco che cerca il pelo nell'uovo. Poi mi sembrano "peccati di gioventù" comprensibili: avendo aperto da poco ed in un periodo di crisi, far quadrare i conti deve essere piuttosto dura. Quindi è normale che non si possano permettere di comprare tutte le materie prime al top e di dedicare il massimo del tempo nella realizzazione (tirar su una brigata e farla girare è un lavoro che richiede un periodo bello lungo, senza contare che non sempre ci sono persone a sufficienza e bisogna correre). Va quindi dato loro il tempo di oliare gli ingranaggi, cominciare a rientrare negli investimenti e poi lanciarsi per bene. Mi permetto però di dire che se la scelta è tra comprare quella pasta al pistacchio mediocre o non fare proprio la mignon al pistacchio, allora molto meglio la seconda. Se in mezzo ad una trentina di mignon ne manca una al pistacchio non casca il mondo, comincia a cascare se c'è ed è nettamente sotto a tutto il resto.
Il servizio è di buon livello, le commesse sono veloci, gentili e pazienti. Un'altra cosa che mi ha reso felice è che le volte che sono andato il locale era sempre pieno, sono stupito positivamente del fatto che gli abitanti di Maerne abbiano riconosciuto subito la qualità e la stiano premiando. Un fattore molto importante è dato dal prezzo: Dolce in Piazza sta tenendo prezzi molto concorrenziali, sono confrontabili a quelli delle pasticcerie standard e ben inferiori a quelli delle altre pasticcerie di qualità della zona (come Bido, Pettenò e Zizzola).
Insomma, questa pasticceria la metto subito nella top 10 in provincia di Venezia, con solide speranze di vederla salire sul podio. Se abitate nel comune di Martellago o quello di Salzano allora segnatevi questo nuovo locale, è varie spanne sopra agli altri.
Di solito i divorzi (in questo caso tra Gianni Roncato e la pasticceria Ceccato) portano un sacco di strascichi negativi. I motivi dietro a questa scelta sono affari privati loro, ovviamente. Dal lato cliente devo dire che fortunatamente vedo solo lati positivi: Ceccato è riuscita a mantenere la qualità di prima (perlomeno così mi è sembrato le due volte che sono andato negli ultimi mesi) ed ora abbiamo in Dolce in Piazza un nuovo indirizzo di qualità.

 

 

Leave a Reply

Copyright © TEONZO – blog di pasticceria. All rights reserved.