PASTICCERIA INTERNAZIONALE #247

 

Per il numero di maggio le poste hanno fatto il loro lavoro, si tratta pure di un numero soddisfacente.

 

Pasticceria Internazionale #247

 

Titolo: Pasticceria Internazionale
Numero: 247
Editore: Chiriotti Editori
ISSN: 03924718
Lingua: italiano
Pagine: 178
Data: maggio 2012
Altezza: 29 cm
Larghezza: 22 cm
Spessore: 0.9 cm

 

Questo numero di maggio riscatta per bene la delusione parziale del numero di aprile. I contenuti sono molto più numerosi e più interessanti, perlomeno per i miei gusti. I tre servizi principali sono dedicati a Carlo Pozza (titolare della Pasticceria Davenicio e membro fondatore dell'Accademia Maestri Pasticceri Italiani), Carl Marletti (dell'omonima pasticceria di Parigi) e Gianluca Fusto (consulente e neo-membro dell'Accademia Maestri Pasticceri Italiani). Carlo Pozza a dir la verità propone una ricetta un po' banale, ma la parte interessante del servizio è l'intervista in cui espone dei punti di vista molto interessanti legati al sapersi adattare alle richieste dei clienti ed alle nuove tendenze commerciali. Le pagine dedicate a Carl Marletti sono solo due, ma anche qui fa pensare la scelta commerciale di questo pasticciere, ossia proporre solo monoporzioni nel suo negozio, tutto il resto è solo disponibile su ordinazione; una filosofia particolare e che sicuramente consente di poter esprimere il massimo come qualità, ma credo sia una delle cose che possono aver successo solo in città come Parigi. Gianluca Fusto per me è un grandissimo e questo servizio lo conferma: nell'intervista dimostra di essere probabilmente il pasticciere italiano che sta più al passo con i tempi, poi propone la ricetta della torta Lucente con cui è entrato nell'AMPI ed un dessert con mela verde, sedano ed olio di oliva. Adoro quel tipo di dessert (leggeri, freschi, con uso saggio di verdure e frutta), è la strada presa dai grandi pasticcieri stranieri e sono contento che piano piano comincino ad apparire anche in Italia.
La rivista poi contiene vari altri articoli: marmellate e confetture; gelati; cappuccino; un paio di servizi su altre pasticcerie italiane; concorsi; cake design; notizie varie. Tra questi per me spicca l'intervista a Giulio Vacillotto della cioccolateria Sensus (che avevo provato a visitare qualche mese fa, trovandola chiusa per ristrutturazione, riproverò in autunno), qualcuno lo ricorderà anche per quando era nella Gelateria da Stefano di Maserada sul Piave (TV). Belle le praline proposte, con gusti ricercati, e bella la sua frase in cui dice che ormai fare cose strane è la norma, a lui interessa solo fare cose buone. Un'altra sezione interessante è quella dedicata ai dessert al piatto, questa volta più corposa della precedente.
Nel complesso, come scritto all'inizio, si tratta di un bel numero che fa passare la delusione di quello di aprile. Spero continuino così!
Se vi interessa questa rivista è possibile abbonarsi tramite il sito ufficiale.

 

 

One Response to “Pasticceria Internazionale #247”

  1. giulio vacilotto

    La ringrazio delle belle parole e mi scuso se nel venirci a trovare a trovato chiuso il Laboratorio.Purtroppo non sappiamo ancora quando ci daranno il via libera x eseguire i lavori.Stiamo aspettando da più di un anno autorizazioni per poter procedere.Sarà mio interesse avvisarla.
    cordiali saluti
     
    Giulio Vacilotto 

Leave a Reply

Copyright © TEONZO – blog di pasticceria. All rights reserved.